Oggi ci soffermiamo su uno dei “trattamenti” che presso il nostro Centro è una specialità particolare: l’Ozono Medicale. Le applicazioni di questa molecola sono molteplici, e nel 2020 è tempo che essa venga introdotta come terapia eccezionale quale si è dimostrata essere.

In questo articolo vogliamo introdurvi alla pratica terapeutica supportata dall’enorme ausilio offerto da questo gas, l’ozono. Vi spieghiamo che cos’è, come lo utilizziamo e quali sono i campi di applicazione dello stesso.

La Dottoressa Santa Agata Multari, responsabile delle terapie basate sull’utilizzo dell’Ozono Medicale, sarà lieta di rispondere a tutte le vostre domande.

Inviatele una email a info@emgvet.it

Che cos’è l’Ozono?

L’Ozono rappresenta la forma attivata e trivalente dell’ossigeno. L’Ozono è un gas naturalmente presente nell’atmosfera terrestre dove si forma ad opera dei raggi ultravioletti. La formula dell’ossigeno è O2, mentre quella dell’ozono è O3.

UV → 3 O2 2 O3

L’Ozono può essere prodotto artificialmente mediante generatori in grado di attivare elettricamente l’ossigeno:

3 O2 + 68 Kcal = 2 O3

In circa 40 minuti l’Ozono si trasforma spontaneamente in una molecola di ossigeno ed in una di ossigeno singoletto:

O3 = O2 + 1 O2

Dopo stimolazione elettrica, la miscela di gas in uscita dal generatore è composta in minima parte da Ozono (0,5-5%) e nella restante parte (99,5-95%) da ossigeno.

Per ragioni di comodità, si parla di Ozono intendendo la miscela di ossigeno e Ozono che fuoriesce dall’Ozonizzatore. Data la sua instabilità, l’Ozono deve essere prodotto da un apposito generatore immediatamente prima del suo utilizzo.

La concentrazione di Ozono in ambiente medico e veterinario si esprime in microgrammi per millilitro (µg/ml).

Per esempio: una concentrazione di 20 µg/ml indica che in un millilitro di gas sono presenti 20 µg di Ozono

  • 1 µg = 10-6 g = 10-3 µg
  • 1 ml = 10-3 l
  • 1 µg/ml = 1 mg/l
  • 1 ppm = 1 mg/kg
Dalle esperienze maturate in medicina umana sull'utilizzo dell'Ozono in diversi campi terapeutici e dalla nostra casistica nella terapia delle mastiti, delle endometriti e delle ritenzioni placentari nella specie bovina, si possono trarre diverse conclusioni. L'Ozono si comporta come un farmaco e come tale va considerato; infatti, determina benefici ed effetti collaterali, in base alla posologia, alla concentrazione ed alla via di somministrazione.

Meccanismo d’azione

L’Ozono determina una serie di effetti benefici quando utilizzato da professionisti. Eccovi un breve e sintetico elenco di alcuni di questi.

Azione germicida

E’ il risultato di una serie di effetti:

  • azione diretta sul germe dovuta al suo alto potere ossidante in grado di ledere la membrana esterna
  • attivazione della produzione di disinfettanti endogeni, quali acqua ossigenata, perossidi e ossigeno singoletto
  • attivazione della fagocitosi
  • attivazione delle citochine.

Le cellule animali dell’ospite (del paziente) resistono a questi effetti, in quanto naturalmente provviste di sistemi protettivi. Ciò significa che l’uso della molecola ha effetti SOLAMENTE sul patogeno e non sul paziente.

Miglioramento del metabolismo

L’ozono modula il metabolismo mediante una serie di effetti (induzione enzimatica, aumento della respirazione mitocondriale, etc.) che solo in parte si possono attribuire al suo effetto ossidante; è infatti in grado di dar luogo alla formazione di sostanze che prolungano il suo effetto e che agiscono in modo ancora non ben chiarito.

In generale, si comporta da glicolitico, lipolitico e proteolitico, ma queste azioni possono essere addirittura invertite variando la concentrazione, la via ed il modo di somministrazione.

Miglioramento della circolazione

E’ il risultato di una serie di effetti:

  • attivazione del metabolismo eritrocitario
  • aumento dell’attività dell’acido 2,3-difofoglicerico
  • attivazione della protezione enzimatica cellulare contro i radicali liberi dell’ossigeno, dell’ozono e dei perossidi
  • riduzione della viscosità ematica

Il miglioramento del circolo comporta un evidente miglioramento dell’ossigenazione tissutale che viene rilevata da un aumento della differenza tra la quantità di ossigeno a livello arterioso e venoso quindi l’ossigeno viene meglio ceduto e meglio utilizzato.

Altri effetti benefici dell’Ozonoterapia

Insieme a quelli già citati, l’Ozonoterapia, anche in Medicina Veterinaria, ha dimostrato effetti benefici quali:

  • azione antitossica
  • azione disintossicante
  • azione cicatrizzante
  • azione immunomodulante
  • azione sterilizzante

Vie di somministrazione

In base alla problematica del tuo animale, saremo in grado di pianificare un protocollo terapeutico individuale e personalizzato, utilizzando le possibili vie di somministrazione dell’Ozono Medicale a seconda del caso, come richiesto dalla patologia.

In generale, le vie principali di somministrazione possono essere:

  • intravenosa o intrarteriosa
  • intramuscolare
  • blistering (iniezione sottocutanea)
  • insufflazione rettale
  • piccola autoemoterapia
  • grande autoemoterapia
  • iniezione intrarticolare
  • inalazione

Per informazioni ulteriori sulle possibili terapie con Ozono Medicale, non esitate a rivolgervi al nostro Centro.

Per organizzare al meglio la visita, vi consigliamo di prendere appuntamento direttamente con la Responsabile del Protocollo Medico, la Dr.ssa Santa Agata Multari.
Patologie dei piccoli animali curabili con Ozono Terapia
MALATTIE INTESTINALI Colite, Colite pseudomembranosa, Colite associata a Clinamicina, Diarrea, Enterite emorragica (parvovirosi)
SISTEMA SCHELETRICO Artrite acuta, paralisi canina
PELLE Fistole, Flemmoni anali o dentali, Flemmoni da suture, Lesioni, Ascessi
SISTEMA UROGENITALE Cistiti acute e croniche
MALATTIE ULCEROSE Ulcere pre/post estirpazioni
ELMINTIASI Ascaridiasi

Per saperne di più o prenotare un appuntamento, compilate il modulo seguente o chiamate lo 0965.1972966:

    Prendi Appuntamento

    Chiama: (+39) 0965 1972966